Valerio Albisetti - Il viaggio della Vita

LA NOSTRA STORIA

L’unica storia che possiamo scrivere è la nostra. Con le sue cadute e i suoi successi. Ma solo Dio ha il vero potere. Il nostro è un falso potere, è solo quello di proteggere ed estendere il proprio io. E la cultura non è che un io moltiplicato. Ma quando abbiamo qualcosa da proteggere proviamo paura. Chi, al contrario, trova il potere in Dio non ha più paura. La spiritualità di cui parlo nei miei libri non ci risolve i problemi, ma ci conduce dentro di essi. In profondità. Non dobbiamo vivere cercando la sicurezza, ma la verità. E ricordarci che non tutto dipende da noi.

    4 commenti

  1. …niente avviene per caso: stamattina, con questo post, hai risposto alla domanda che mi vado gridando dentro da giorni. Dio ci ama e ci risponde sempre, anche tramite gli amici, i saggi, i cercatori di verità che ci camminano accanto. Grazie, Valerio

  2. La mia storia,proprio in questo momento vorrei cancellarla per riscriverne un’altra!Dio non v’entra nelle mie scelte sbagliate e nelle mie cadute!Forse Lui ha impedito che soccombessi del tutto!

  3. Come vere sono le sue parole.nonper tutti.Dopo piu’ di 20 anni che la seguo soltanto adesso capisco come lei sia vicino alla verita’..l’essenzialita’ dell’esistenza.Dioy ha voluto una

    mia g grande crisi religiosa…e soltanto col creato

  4. Quanto vere sono le sue parole..e come difficili a molti a comprenderle..dopo piu’ di 20 anni che la seguo ora comprendo in pieno cosa vuol trasmettere.Ho la luce adesso,in atto in crisi religiosa.mi pare di vivere soltanto col creato.Dio lo scorgo nella meraviglia della natura….per ora non riesco a pregare..lamia preghiera e’ un grande respiro in piena campagna la mattina.Guardo la mia vita..che ho dato e do per la mia famiglia composta al 90% da disabili…e’ l’amore.Non mi trovo piu’ coi cattolici..dopo 50 anni strttamente praticante..solo Lui ed io.Il resto sono tutte bugie.Grazie..a lei devo la mia crescita spirituale dopo anni di riflessioni sui sjoi scritti…none’ stato favile per me.Le chiedo scusa se a volte non ho compreso le sue porole…

Commenta l'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>