Valerio Albisetti - Il viaggio della Vita

SĂ PIERZI ETICA

Cine pierde etica vieţii şi nu trăieşte la nivel psihospiritual,într-un delir al omnipotenţei,vrea să fie puternic,tocmai pentru că este impotent,incompetent.De aceea se arată sigur pe sine,se prezintă ca fiind o persoană capabilă la nivel de imagine socială,pentru a-şi satisface propriile nevoi şi nevoile altora,stiind să spună minciuni şi falsităţi.Fiind gol în interior,tot ceea ce contează pentru acest individ este interesul personal,indiferent de cost,pentru a se simţi cineva.Nu este surprinzător în această societate faptul că au succes politicienii care merg la Tv să spună poveşti,să spună iluzii.Politicienii sunt ca şi comis-voiajorii.Persoana care nu trăieşte psihospiritual îşi petrece întreaga viaţă negând teama lorde a pierde,de a se vedea în criză,învins.Şi pentru a pune în aplicare acest lucru,pe de o parte se încearcă legătura cu persoane aflate la putere,pe de altă parte foloseşte puterea pentru a domina sau pentru a lega de sine persoanele mai slabe sau cu puţină autostimă şi demnitate.În fond cine nu trăieşte la nivel psihospiritual,există în măsura în care cineva are nevoie de el.

    6 commenti

  1. si infatti il rischio è l’alienazione da se stessi e da gli altri, con la convinzione che nessuno può avere la certezza che lui solo ha cioè il “delirio di onnipotenza quello di fare a meno degli altri di Dio e di bastare a se stesso”, “la più grande bugia”.

  2. Ho trovato l’etica cristiana della vita in Tolstoj:
    “Ho visto la miseria, il freddo, la fame, l’umiliazione di mille e mille miei simili. Mi sento complice in un crimine che viene commesso continuamente e non cesserò mai di sentirmi tale, finché avrò del cibo superfluo e altri non ne avranno, finché avrò due cappotti e ci sarà un solo uomo che non ne avrà
    uno”.
    L. Tolstoj

  3. Finché lo fa senza rovinare la vita degli altri è il male minore… ma col suo operato dà l’esempio di come l’ipocrisia possa diventare la regols… crea il precedente… non fa che attivare e favorire il progetto diabolico di degenerazione delle coscienze, dei valori, dell’etica….

  4. Sono d’accordo, ma essere d’accordo con Lei mi è facile!

  5. Vivere a livello psicospirituale, secondo me, significa avere il coraggio di mettersi in discussione quando il tuo io si “scontra” contro l’immagine che il mondo vorrebbe di te; significa avere il coraggio di ribellarti al ruolo che gli altri si aspettano che tu interpreti quotidianamente e che magari hai assecondato; significa avere il coraggio di dire: “ok, fin qui è andata così e fino ad un certo punto va bene, ma ora basta, il mio ‘io’ sta urlando e voglio ascoltarlo”, anche se ciò significa cambiare rotta a quarant’anni… In poche parole significa DIVENTA CIO’ CHE SEI!

  6. Grazie! Grazie! Grazie! Cercavo un modo chiaro per esprimere domani ad’un incontro importante la percezione che ho di una persona che vive la vita al livello di apparire, in questo modo cercando di tener nascoste le sue debolezze e la sua immaturità. Sono arrivata qui e…ho trovato la luce sotto la quale mettere la mia modesta opinione sperando di poter aiutare l’altra a prendere coscienza di sé, del suo modo di fare che danneggia lei e gli altri. Chissà, magari deciderà anche che è arrivato il tempo di cambiare. Grazie infinite!

Commenta l'articolo

Adresa ta de email nu va fi publicată. Câmpurile necesare sunt marcate *


Poți folosi aceste etichete HTML și atribute: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>