Valerio Albisetti - Il viaggio della Vita

SOLITUDINE E ISOLAMENTO

Non esiste una definizione della solitudine che vada bene per tutti. Per qualcuno è la mancanza di amicizie, per altri l’assenza di un amore, per altri ancora la sensazione di non riuscire a comunicare con l’altro, o vivere senza uno scopo, o non avere qualcuno che ti ama. La solitudine dunque è un’esperienza personale, soggettiva, che ognuno può e deve definire per poter poi darle senso.
La maggioranza infatti confonde solitudine con isolamento.
A volte solitudine e isolamento si vivono insieme, ma non sono necessariamente legati tra loro. L’isolamento è l’essere soli fisicamente. Può essere una scelta.
Per esempio, il monachesimo predilige l’isolamento per poter meglio raggiungere la profondità dell’interiorità e poter pregare e sentirsi vicini a Dio. Ma anche molti artisti, e le persone creative in genere, scelgono di appartarsi per poter raggiungere meglio la loro creatività.
Io adoro vivere solo.
Lo consiglio per rinnovarsi, per risignificare la propria esistenza, per raccogliere pensieri, per riflettere su ciò che mi accade. Per poter scrivere i miei libri.

    1 Commento

  1. ..a volte un’anima è alla ricerca di una sua simile
    perchè nel silenzio il cuore possa sorridere…

Commenta l'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>