Valerio Albisetti - Il viaggio della Vita

FAR PARLARE L’ANIMA

Ho sempre consigliato, nei miei numerosi libri pubblicati da Ed. Paoline, di prendere la morte come il compimento del viaggio di senso intrapreso su questa terra e non come un evento isolato, senza significato. Allontanarsi dalla propria anima porta alla nevrosi. L’anima conosce la verità e bisogna prendere sul serio ciò che l’anima mostra. Il rapporto che noi abbiamo con la morte condiziona ogni atto della nostra esistenza. L’anima non è vincolata dalle categorie del tempo e dello spazio. Per questo, i miei amici e compagni di viaggio cercano di parlare con la propria morte. Aprire un colloquio con la morte non solo non paralizza, ma rende più intensa la vita.

Commenta l'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>